25 luglio 2018

IL SEGRETARIO GENERALE DEL SIFUS CONFALI MAURIZIO GROSSO: PREVENZIONE, PREVENZIONE, PREVENZIONE! I CANADAIR SONO UN PALLEATIVO ALLA LOTTA AGLI INCENDI


Dalla pagina Facebook
Maurizio Grosso Sifus Confali

Purtroppo, nonostante gli enormi sforzi compiuti dal SIFUS da anni, non siamo riusciti a far penetrare nella testa della politica di maggioranza e di opposizione il significato del termine " prevenzione"(come da vocabolario).
Specificatamente: prevenzione quale mezzo attivato al fine di prevenire i danni provacati dagli incendi boschivi. Tutte le forze poltiche, indistintamente, destra, sinistra , gialloverdi e scienziati sconoscono il significato e sopratutto gli enormi risparmi in termini economici e di disastri ambientali che la pratica di questo termine determinerebbe.
Tutte le forze politiche sparano per caso questo termine poiché nella testa hanno chiara la soluzione (non soluzione) per fermare gli incendi: i CANADAIR. 
Tutti sono convinti politica, stampa, ed affini che fermare gli incendi ci vuole un indifferenziata prevenzione, ma sopratutto bisogna "spicciarsi" a garantirsi l'uso dei CANADAIR.
Il movimento 5 stelle attacca il Governo Musumeci oggi, perché la disponibilita' dei CANADAIR l'ha avuta solo l'altro ieri. Il Governo Musumeci a sua volta, si vanta che l'altro ieri ha portato a casa la disponibilità dei CANADER. Dell'ex Croverno Crocetta/Cracolici meglio non parlarne.
TUTTI INDIVIDUANO LA SOLUZIONE IN QUELLA CHE NON È LA SOLUZIONE.
La soluzione e' la prevenzione!
La soluzione e' intervenire nei boschi, attraverso la manodopera in organico, secondo le necessità del ciclo biologico delle piante.
La soluzione e' realizzare le pratiche agronomiche di cui necessitano i boschi in maniera programmata e pertanto, realizzare i viali parafuoco in tempi utili. Ad oggi, nemmeno il 50% dei viali parafuoco e' stato realizzato mentre si tengono a casa i forestali.
Inoltre, è necessario per ragioni pedoclimatiche, avviare la campagna antincendio una 15cina di giorni prima della norma attraverso la copertura di tutte le postazioni vacanti, delle squadre complete e sopratutto, disponendo di DPI e mezzi meccanici all'altezza della sfida.
QUESTA SI CHIAMA, IN SICILIA, PREVENZIONE. METTETEVELO NELLA CAPA!
Gli incendi si sconfiggono da terra!
Poi, in subordine, vengono i CANADAIR. 
Questo modello di prevenzione in Sicilia non e' possibile realizzarla poiché Governo e Parlamento a cui è affidata la sorte del patrimonio boschivo, non sono in grado di inserire il bilancio le risorse finanziarie immediatamente spendibili necessarie materialmente ad intervenire. 
Gli avviamenti dei forestali non avvengono mai, pertanto, effettuate secondo una programmazione legata alle necessita' del ciclo biologico della natura, ma sempre, secondo le disponibilita' di cassa.
Per onore della verita', nella finanziaria 2018, il Presidente Musumeci era riuscito a mettere tutte le risorse necessarie, immediatamente spendibili fino a settembre, su preciso suggerimento del SIFUS ( ma anche su convincimento suo personale), ma detta proposta e' abortita in commissione bilancio.
In conclusione la soluzione agli incendi non va ricercata ne nei CANADER e nelle lobby che ci stanno dietro, ne nella pena di morte ai piromani ( a cui vanno inflitte PENE esemplari), ma nella prevenzione.
Il SIFUS si battera' perché il Governo Musumeci definisca entro l'anno 2018, una riforma del comparto forestale capace di intervenire secondo una seria programmazione, di allargare le competenze finalizzate all'attingimento di nuove risorse economiche onde creare lavoro aggiuntivo e quindi stabilizzazione. 
A breve avvieremo una campagna di assemblee in 36 comuni siciliani per parlare di questo guardandoci negli occhi.
Maurizio Grosso - Segretario Generale SIFUS CONFALI




2 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.