L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






29 aprile 2018

FINANZIARIA. ARS, TAGLI PER I PORTABORSE MA ARRIVA UN BUDGET CHE NON AVRÀ CONTROLLI


Dal sito gds.it

di Giacinto Pipitone — 28 Aprile 2018
Passa a sorpresa e con l’accordo di tutti i partiti una norma che riscrive le regole di assunzione e il budget per i portaborse e i collaboratori dei gruppi parlamentari.

La norma parte da un taglio della spesa per la categoria D6, l’ultima entrata all’Ars in questa legislatura: si passa da 58.571 euro assegnati annualmente a ciascun deputato per le assunzioni a un massimo di 38.071. In questo modo – secondo i calcoli della conferenza dei capigruppo – ci sarà un risparmio di circa un milione e 400 mila euro.

Viene leggermente ridotto anche il budget per i cosiddetti stabilizzati, precari assunti nelle scorse legislature a cui di volta in volta viene per prassi rinnovato il contratto: per ciascuno di loro è prevista una spesa massima di 58 mila euro (oggi può raggiungere anche i 70 mila). Dunque alcuni fra i cosiddetti stabilizzati vedranno ridotto il loro compenso.

In questo modo l’Ars risponde alle indagini della Corte dei Conti, di cui a giorni si attende la delibera finale, che ha segnalato l’esigenza di bloccare il boom di assunzioni (300 dall’inizio della legislatura) e ridurre i compensi tagliando superminimi e bonus.

I parlamentari però si vedono confermata una terza tranche di finanziamento, quella che vale 3.180 euro al mese, per i portaborse tradizionali. E in pratica, il finanziamento per i D6 e quello per i portaborse tradizionali si sommano e il deputato potrà gestirlo autonomamente. Inoltre questo budget, per regole contabili, è estraneo ai controlli della Corte dei Conti.

© Riproduzione riservata

Fonte: gds.it



Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.