L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






31 marzo 2018

REGIONE. MESSINA (UGL), BENE ARMAO, UN PRIMO PASSO RIEQUILIBRIO RAPPORTI CON LO STATO.QUESTA È LA STRATA GIUSTA. SI VA NELLA DIREZIONE DI IRROBUSTIRE LE CASSE SICILIANE PER INTRAPRENDERE QUELLA STAGIONE DI RIFORME E STABILIZZARE ANCHE I FORESTALI


30 Marzo 2018
“La costituzione con decreto assessoriale a firma del Vicepresidente della Regione siciliana e assessore dell’economia, Gaetano Armao, del gruppo di lavoro per la redazione dello schema di norme di attuazione dello Statuto in materia finanziaria è il primo concreto passo verso il riequilibrio dei rapporti finanziari con lo Stato messi a dura prova dagli accordi scellerati sottoscritti dal precedente governo Crocetta che hanno portato la Sicilia sull’orlo del fallimento”.
A dichiararlo, Giuseppe Messina, Segretario Generale Ugl Sicilia.
“Questa è la strata giusta – sottolinea -per affermare il principio dell’autonomia fiscale della Sicilia che tradotta in moneta significa milioni di euro da riscuotere, fondamentali per risanare le casse della regione”.
“Norme che andranno sottoposte alla Giunta regionale ed alla Commissione paritetica prevista dall’articolo 43 dello Statuto – aggiunge Messina – che debbono garantire il superamento degli accordi stipulati nel 2014, 2016 e 2017 e quello del ddl voto contenenti le proposte di modifica per il rafforzamento ed il rilancio dell’autonomia fiscali in Sicilia”.
“Iniziativa in linea con il programma elettorale del Presidente Musumeci, che abbiamo a suo tempo condiviso – precisa il Segretario siciliano dell’Uso – e che soddisfa il sindacato nella misura in cui si va nella direzione di irrobustire le casse siciliane per intraprendere quella stagione di riforme necessarie ed indifferibili”.
“Riforme necessarie – conclude Messina – per riorganizzare la burocrazia siciliana, stabilizzare i precari degli enti locali, normare il rapporto di lavoro degli Asu e degli ex Pip del bacino Emergenza Palermo, riorganizzare le partecipate regionali salvaguardando il personale, stabilizzare i forestali, rilanciare province e camere di commercio, mettere in moto strumenti finanziari incentivanti e la fiscalità di vantaggio per nuovi insediamenti industriali, le Zes, gli accordi di programma sulle aree di crisi complessa e non complessa e le infrastrutture per una mobilità di sistema indispensabile per l’industria del turismo siciliano”.

Fonte: uglsicilianotizie.blogspot.it





Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.