L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






31 agosto 2012

UIL: I FUTURI CANDIDATI PORTINO IDEE CONCRETE SULLA STABILITA'



Il portavoce Uil chiede progetti per risolvere la disoccupazione nell'ennese

«I futuri candidati portino idee concrete sulla stabilità»


Vogliono abolire le Province, sopprimere i tribunali perchè il Governo ritiene anti economico la loro esistenza; attaccano anche i precari. Infatti è da più di 4 mesi circa che non si sente parlare di altro che di precariato, che la Regione Sicilia per motivi di bilancio non è in grado di assicurare i sussidi per i suoi circa 60 mila e più precari, che comprendono forestali, articolisti, Asu e altri.
Si potrà spendere circa un miliardo di euro rispetto ai 2,4 miliardi di euro previsti per la fine dell'anno. Il portavoce della Uil, Santo Pane, ritiene che non servono più teorie, ma bisogna passare direttamente ai fatti investendo tecnici che siano in grado di risolvere definitivamente il problema, evitando che questo diventi oggetto di propaganda politica e di fantomatiche proposte che non trovano base su criteri razionali e concreti. A oggi non è stata avanzata alcuna proposta che abbia a oggetto la stabilizzazione definitiva dei precari.
«I futuri candidati alla Regione - dichiara Santo Pane - dimostrino interesse per la vicenda e che manifestino le loro idee e i loro progetti concreti per risolvere il problema del precariato definitivamente, in particolare quelli del territorio ennese visto che per altre province sono già state avanzate delle proposte in tal senso. Nonostante regni costantemente confusione e incertezza per il loro futuro, i precari continuano giorno dopo giorno a prestare il loro servizio presso gli enti a cui sono preposti senza avere nessuna garanzia per i prossimi mesi. È chiaro i rapporti a mio giudizio con il governo Monti non vanno bene, è come se una barriera ci divide da Roma in giù; il governo dovrebbe calarsi nelle problematiche sociali e nelle caratteristiche di ogni regione ed emanare norme ad hoc per ciascuna. Sicuramente i lavoratori non resteranno immobili nel vedersi buttare via senza ottenere la stabilizzazione definitiva, ma lotteranno per il loro diritto al lavoro».
F. g.

30 Agosto 2012

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.