L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






30 marzo 2014

SE L'ETNA NON E' RIPULITA METTENDO IN AZIONE I FORESTALI, SARA' DIFFICILE ATTRARRE TURISMO



Il convegno sull'asse aeroportuale. Fontanarossa avrà 7 milioni di passeggeri

Sac, Taverniti lascia: «Debbo pensare a Comiso»


Tony Zermo
Catania. Le situazioni aeroportuali presentano sempre delle sorprese. La prima è questa: l'ing. Enzo Taverniti lascia la presidenza della Sac. Dietro non c'è nessun bisticcio «solo che preferisco dedicarmi all'aeroporto di Comiso (di cui è amministratore delegato), tra l'altro ho una mia impresa e non si possono fare troppi lavori insieme». Dispiace che lasci la Sac perché ha dimostrato di essere un manager corretto e competente. Ora si pone il problema della nomina del nuovo presidente e sarà l'assemblea dei soci a decidere. Ma chi? La Camera di commercio ha tre quote su otto, dunque è il socio di riferimento. «E' ancora commissariata - ha ricordato il sottosegretario Giuseppe Castiglione - e questo indebolisce il potere decisionale». In poche parole, Crocetta Crocetta non può commissariare tutti gli enti locali.
Altra notizia. Per far diventare Fontanarossa un vero scalo internazionale ci vogliono 260 milioni: per fare la pista di 3000 metri, spostare Bicocca e interrare la ferrovia realizzando la stazione ferroviaria. Sarebbe un'intermodalità avveniristica, solo che bisogna convincere l'Unione europea a finanziare il progetto redatto da Italferr e non considerarlo «aiuto di Stato», ma struttura portante per il movimento di tutti i siciliani.
L'ad della Sac, ing. Gaetano Mancini, ha ricordato i problemi di gestione: i lavoratori dell' handling che fanno andare in rosso il bilancio della Katàne per l'eccesso di assenteismo, anche i 15 addetti al servizio di raccolta dei carrelli che temono per il posto di lavoro (hanno distribuito volantini all'ingresso delle Ciminiere dove si svolgeva il convegno sul «Sistema integrato aeroportuale di Catania e Comiso»). Poi ha toccato corde più alte quando ha detto che «l'aeroporto è un motore di sviluppo, ma che da solo non basta se il territorio non è attrattivo, se è scarsamente curato, se l'Etna non è ripulita mettendo in azione le guardie forestali. Dobbiamo avere la cultura del territorio e dell'accoglienza, altrimenti sarà difficile attrarre turismo». A proposito, ha aggiunto, «lo sapete che i parchi siciliani costano 271 milioni l'anno e che il parco dell'Etna ha 16 dipendenti e 13 dirigenti? ».
Taverniti non ha accennato pubblicamente alle sue dimissioni, ma ha detto di Comiso che «ha registrato 95 mila passeggeri, pur essendo partita ad agosto» e che per quest'anno dovrebbe arrivare a 300 mila. «La speranza è che le spese dei controllori di volo siano sostenute dal ministero». E poi ha riproposto la riattivazione della ferrovia tra Agrigento e Caltanissetta.
Le previsioni di crescita di Fontanarossa sono incoraggianti, nei primi mesi dell'anno c'è stato un aumento dell'11,10%, e a marzo sarà del 14%. Questo significa che quest'anno Fontanarossa arriverà a 7 milioni di passeggeri ed entro il 2020 supererà i 10 milioni. «Un aeroporto è il più grande moltiplicatore di ricchezza, ma deve sapersi scegliere il proprio destino», hanno detto Stefano Baronci, segretario generale di Assoaeroporti, e l'economista Francesco Garraffo. Insomma, facciamo la nuova pista per i grandi aerei di lunga distanza. Ultima notizia: il 24 maggio comincia il collegamento diretto Catania-Istanbul di Turkish Air quattro giorni alla settimana, per cominciare. Si apre per Catania la porta dell'Asia.

29 Marzo 2014



Notizie correlate:




Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.