L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






23 novembre 2010

CONGRESSO CISL

MOZIONE CONCLUSIVA DEL
3° CONGRESSO TERRITORIALE
FAI – CISL PALERMO


Il 3° Congresso territoriale della FAI-CISL di Palermo svoltosi ad Isola delle Femmine il 18 Marzo 2005, udita la relazione del Segretario Generale Francesco Nuccio, l’approva unitamente agli interventi del Segretario Regionale della FAI-CISL Fabrizio Scatà, del Segretario Generale della UST-CISL di Palermo Giuseppe Lupo (oggi Deputato Regionale nonchè Segretario  del PD), del Segretario Nazionale della FAI-CISL Armando Zanotti e i contenuti emersi dal dibattito.
Il Congresso condivide l’invito del Segretario Generale affinché questa fase congressuale sia veramente una occasione vera di approfondimento dei temi di grande attualità nel nostro paese: la grave crisi economica e sociale, il Mercato del Lavoro, la riforma previdenziale e la previdenza complementare, la lotta al lavoro nero, l’esigenza di sicurezza e tutele contrattuali e previdenziali.

Il congresso
Esprime
  • Profonda solidarietà ai lavoratori della EMMEGI di Termini Imprese che attualmente vivono questo grave momento di incertezza per il loro futuro;
  • Profonda preoccupazione per la trattativa con il Governo nazionale sul tema della riforma previdenziale del settore agricolo manifestando comunque la massima fiducia ed apporto nella conduzione di tale trattativa da parte della segreteria nazionale;
e chiede
·        Un impegno forte per il superamento delle incompatibilità interne ed esterne, ormai anacronistiche, non più al passo con i tempi e soprattutto non funzionali al ruolo che il Sindacato dovrà svolgere nel prossimo futuro, in un contesto politico e sociale radicalmente modificatosi rispetto al passato;

In questo senso il Congresso impegna la nuova dirigenza a:

  • Rappresentare sempre una voce forte e non allineata rispetto agli scenari politici presenti e futuri;
  • Incidere pressantemente nei confronti della Regione Siciliana affinché si incentivano sempre di più le politiche di filiere, soprattutto nel comparto agro-alimentare, settore di grande potenzialità;
  • Rivendicare una maggiore funzionalità e sburocratizzazione della pubblica amministrazione, vero freno per lo sviluppo delle aziende;
  • Rivendicare con forza al Governo della Regione la riforma dei settori della bonifica, della Meccanizzazione agricola e della forestale per una stabilizzazione di tutti i lavoratori;
  • Rivendicare la creazione di stabili coordinamenti di azioni di vigilanza con la costituzione di strutture condivise tra gli enti preposti alla vigilanza che garantiscono il presidio del territorio in modo da garantire una vera lotta al lavoro nero, creando opportunità ed incentivi a chi invece rispetta le leggi ed i contratti;
  • Rivendicare con forza il recepimento del CCNL dei lavoratori forestali in Sicilia e l’avvio immediato delle trattative del C.I.R.L.;
  • Ricercare ogni idonea soluzione per arrivare alla stabilizzazione definitiva degli operai agricoli dell’università di Palermo;
  • Ad un ruolo forte per la riforma del modello contrattuale e del modello di rappresentanza;
  • Imprimere una forte azione nei confronti della Federazione Unitaria e delle Organizzazioni Professionali CIA, Coldiretti e confagricoltura per arrivare nel più breve tempo possibile all’approvazione del CPL degli operai agricoli.                                                                              

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.