L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






26 novembre 2016

LE PROPOSTE DI "SICILIANI LIBERI" PER TROVARE UNA SOLUZIONE AL PROBLEMA DEGLI OPERAI FORESTALI. L'APPUNTAMENTO È PER DOMANI MATTINA A SANTA CATERINA VILLARMOSA (CL)



Dalla pagina facebook
Siciliani Liberi

Domani a Santa Caterina Villarmosa (CL) gli stati generali dell'agricoltura e degli addetti alla protezione del territorio.
Insieme all'energia, il settore più importante dell'economia siciliana.
Le proposte di "Siciliani Liberi" per dare un nuovo volto e un nuovo ruolo a questo pilastro della nostra economia.
Le proposte di "Siciliani Liberi" per trovare una soluzione al problema degli operai forestali.


Dettagli
"Sin da adesso, stiamo raccogliendo adesioni da parte di Associazioni, Operatori, Agronomi, Forestali e di tutti quei soggetti interessati a portare all'attenzione dei Siciliani, le criticità e le problematiche che insistono su questi due importanti ambiti della vita sociale ed economica della Sicilia.
Da sempre riteniamo questi comparti strategici per la nostra crescita economica e quindi occupazionale - il prof Paolo Guarnaccia agronomo dell'Università di Catania, calcola in diverse centinaia di migliaia di possibili nuovi posti di lavoro. L'attenzione del Territorio con la preziosa opera dei Forestali in primo luogo e di quanti professionisti geologi, ingegneri si prodigano per la salvaguardia dell'ambiente.
Necessaria per prevenire dissesti idrogeologici, con conseguenze sociali di cui purtroppo conosciamo la gravità.
La prevenzione della possibile profanazione della Terra, con lo sversamento di rifiuti dannosi per la salute umana, per le colture e falde acquifere."






Notizie correlate:

Appello dell'economista Prof. Massimo Costa agli operai forestali  

Il Prof Massimo Costa a Iacona (presa diretta): sulla Sicilia troppe imprecisioni, anche sui forestali

Presa diretta, Iacona risponde al Prof Costa

La verità sui forestali della Sicilia e una ricetta per tutelare il nostro territorio. Riqualificando questa spesa creando un servizio per la tutela dell’isola dal dissesto idrogeologico e dagli incendi

Nasce il Movimento Autonomista “Siciliani Liberi”. Il Prof. Costa ha delineato le coordinate principali dell’azione politica indipendentista per la Sicilia che verrà

"La Sicilia, se smette di farsi derubare, può dare risposte a precari e disoccupati"

Siciliani Liberi al Congresso dei forestali tra le forze politiche siciliane. Massimo Costa: mai più precari, mai più servi in Sicilia, ma solo cittadini e lavoratori liberi

2° Congresso del Sifus/Confael. Intervista esclusiva al Prof. Massimo Costa

Il Prof Massimo Costa scrive all'On. Vincenzo Figuccia di Forza Italia

La profezia del Professore Massimo Costa si sta avverando: la Sicilia sta fallendo. Il Presidente Crocetta, oltre a non saper governare, ha impiegato oltre tre anni per scoprire che, tra gli operai forestali, ci sono condannati per mafia. Non è che questa è la scusa per gettare fumo negli occhi di 5 milioni di siciliani per nascondere i fallimenti economici, politici e istituzionali del suo governo? 

Eventuale puntata dell'Arena di Giletti sui forestali. L'economista Massimo Costa, nonchè leader del movimento politico "Noi Siciliani Liberi", scrive su facebook direttamente all'Arena di Domenica In 

Botta e risposta. Assaggino undicesima puntata: il leader di Siciliani Liberi, Massimo Costa, convince gli ospiti in studio 

Famiglie e imprese della Sicilia non possono affondare per pagare i precari! Proviamo a ragionare solo sui 24 mila precari dei comuni siciliani (tenendo conto che ce ne sono altri 80 mila circa, non considerando i 24 mila operai della forestale)

Siciliani Liberi per un "Quarto Polo" ai prossimi appuntamenti elettorali: salvare i redditi e i posti di lavoro esistenti, soprattutto le categorie del precariato





Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.