L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






21 settembre 2014

AL PARTITO DEMOCRATICO NON CHIEDIAMO LA LUNA, MA QUANTO PROMESSO DA ALMENO 10 ANNI


Forestali-Pd. Dieci anni di promesse non mantenute 

Facciamo un breve excursus storico su come il Partito Democratico non ha mantenuto le sue promesse





18 Marzo 2005. Mozione conclusiva del 3° congresso territoriale Fai Cisl Palermo del Segretario Generale della UST-CISL di Palermo Giuseppe Lupo (oggi Deputato Regionale del PD):  Rivendicare con forza al Governo della Regione la riforma dei settori della bonifica, della Meccanizzazione agricola e della forestale per una stabilizzazione di tutti i lavoratori. Link


Ottobre 2007. On. Cracolici: Penso agli 80 milioni che servono per stabilizzare i forestali o aumentare il numero delle giornate lavorative e lo stipendio. Link

23 Ottobre 2008. DDL n° 263. La percentuale annua del 15 per cento, che si propone di introdurre per gli operai di cui all'articolo 56, comma 4, della legge regionale n.16/1996,  andrebbe ad incidere sul numero attuale del contingente di operai a 151 giornate. Link 

26 Novembre 2009. On. Cracolici: Questo è uno scontro di Palazzo che ha un effetto micidiale sui problemi dei siciliani e penso agli operatori della formazione professionale, ai precari, ai forestali, tutte categorie che aspettano l’approvazione di determinate norme per non rimanere in mezzo alla strada”. Link

18 Agosto 2010. Baldo Gucciardi (oggi capogruppo del Pd):  Rispettare l’accordo, firmato dal presidente della Regione, Raffaele Lombardo, il 14 maggio del 2009, che prevedeva che gli operai lavorassero per un totale 181, 151 e 101 giornate. In tal senso, il deputato regionale ha già depositato una interpellanza, indirizzata al presidente della Regione, Raffaele Lombardo, al fine di trovare una soluzione “nel rispetto del lavoro e della dignità di questi operai”. Link

18 Agosto 2010. On. Raia: Quanto al Governo regionale, che sull'arrivo di queste risorse ha fatto fin troppo affidamento pensando di poter risolvere la questione della stabilizzazione dei lavoratori forestali attingendo proprio a questi finanziamenti europei, non può limitarsi adesso ad alzare le spalle e mettere i lavoratori forestali in "lista d'attesa". Da subito gli assessorati all'Agricoltura e al Bilancio si attivino per recuperare i soldi, tra le pieghe del bilancio e in fase di assestamento, attingendo per esempio al piano sviluppo rurale, in modo da garantire l'applicazione dell'accordo siglato nel maggio 2009. Link

7 Settembre 2010. Interpellanza n° 96 firmata dall'On. Baldo Gucciardi (oggi capogruppo del Pd). Iniziative per l'immediata erogazione delle spettanze  dovute agli operai forestali.
Al Presidente della  Regione, premesso  che: in data 14 maggio 2009 è stato  sottoscritto dal Governo  regionale  un  accordo  che  concedeva un preciso numero di ore agli operai forestali;
detti operai  da  diverse  settimane  vivono  una situazione di disagio per il  mancato  rispetto  dei termini di quell'accordo,  accompagnato  da  ritardi nell'erogazione delle spettanze dovute;
per conoscere se non ritenga, nel rispetto  degli accordi stipulati,  di dare immediata soluzione alla problematica   del  lavoro  e  della  dignità degli operai forestali. Link

14 Ottobre 2010. On Raia: Siano rispettati gli accordi sottoscritti e di attivarsi a reperire le ulteriori risorse per consentire ai lavoratori di svolgere le giornate lavorative così come previsto nell’accordo di maggio,  e quindi far svolgere a tutti le 151 giornate” Link

Novembre 2010. On. Panepinto: Siamo quì per sollecitare il passaggio dei lavoratori forestali da 51 giornate a 78 sia all'Azienda che dell'Ispettorato Forestale. Ed ancora per avere il passaggio da 151 giornate a tempo indeterminato degli aventi diritto dei lavoratori forestali dell'Azienda e dell'Ispettorato Forestale ed il passaggio da 101 giornate a 151 degli aventi diritto dei lavoratori forestali dell'Azienda e dell'Ispettorato Forestale". Link
15 Febbraio 2012. On. Maggio (ex segretaria generale della cgil sicilia): Dalla messa in sicurezza del territorio e dagli interventi per la prevenzione- ha sottolineato- possono venire peraltro opportunita’ di lavoro significative. Penso ad esempio al lavoro forestale per la tenuta e il ripristino dei boschi e per le manutenzioni. Link

30 Maggio 2012. On. Raia: Va detto che per garantire le giornate previste dall’accordo dell’anno precedente occorrono circa cento milioni di euro una cifra che la Regione non potrà in alcun modo trovare con nuove variazioni di bilancio. Ecco perché abbiamo chiesto l’istituzione di una cabina di regia tra gli assessorati Agricoltura e Territorio e Ambiente che lavori per trovare con altri strumenti finanziari le risorse necessarie sia per tutelare il nostro patrimonio boschivo che per dare una risposta occupazionale a migliaia di lavoratori che vivono una condizione assai difficile. Link


01 Giugno 2012. Sortino, incontro con l'On. Marziano. Lavoratori forestali, il Pd chiede precise garanzie per il futuro. Link

26 Luglio 2012. On. Maggio (ex segretaria generale della cgil sicilia): Il primo argomento da affrontare e’ la riorganizzazione del servizio forestale sulla base delle esigenze del territorio. Allora si potra’ certamente vedere che i forestali non sono troppi. Non ho mai detto che a chi e’ di troppo non si rinnovano i contratti. Link

30 Luglio 2012. On. Mariella Maggio (ex segretaria generale della cgil sicilia): Difendo i forestali traditi dalla mala politica. Link




11 Settembre 2013. Il Partito Democratico: il nostro obiettivo è raggiungere i livelli previsti dall’accordo sindacale del 2009. Link

21 Settembre 2013. Milazzo e Panepinto. I siciliani ci chiedono provvedimenti concreti per risolvere le emergenze, prima fra tutte quella del lavoro. Link

13 Ottobre 2013. Il presidente del gruppo PD Baldo Gucciardi e i parlamentari Mariella Maggio e Giovanni Panepinto. “Il personale deve essere utilizzato al meglio il nostro obiettivo è raggiungere i livelli previsti dall’accordo sindacale del 2009”. Link

5 Novembre 2008. DDL n°  289 Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 14 aprile 2006, n. 14, recante nuove misure per il comparto agro-forestale-ambientale. 
L'articolo  44 della legge regionale   14  april 2006, n. 14, è così sostituito:
Art. 44  
1.  Ferma restando  l'articolazione  in distretti  forestali di cui all'articolo 27,  comma  2, lettera  a) , della legge regionale 5 giugno  1989,  n. 11,  per le esigenze connesse all'esecuzione dei lavori condotti in amministrazione diretta, per l'attività  di prevenzione e presidio   territoriale di cui all'articolo  29, per la prevenzione e la repressione degli incendi, nonché per ogni altra attività  ascrivibile alle funzioni istituzionali, la Regione si avvale di:
a) n. 8690 lavoratori a tempo indeterminato (LTI);
b) n. 11.230  lavoratori con garanzia occupazionale minima   di  sette  mesi  lavorativi annui ai fini previdenziali;
c) lavoratori con garanzia occupazionale  minima  di quattro  mesi  lavorativi annui ai fini  previdenziali, inclusi nell'elenco speciale di cui all'articolo 43. Link

9 Gennaio 2014. Il PD presenterà un ddl organico per il riordino del settore e per la valorizzazione dei boschi. Link




 Vogliamo vivere perchè la dignità è un diritto!











Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.