L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






11 giugno 2013

SIRACUSA. I FORESTALI PULISCONO IL PARCO NEAPOLIS


Pulizia straordinaria dell'area archeologica

E la Neapolis tornò alla luce

Alberi abbattuti
foto lasicilia.it


È una zona archeologica mai vista quella scoperta lungo viale Paolo Orsi dagli uomini dell'Azienda demaniale foreste. Aree archeologiche suggestive fra collinette e antiche pietre tornate alla luce dopo la pulizia straordinaria avviata in queste settimane.
Un'operazione di bonifica eseguita dopo venti anni che ha ridato lustro a scorci del parco della Neapolis sconosciuti agli stessi siracusani e che, già da qualche giorno, è possibile ammirare percorrendo il viale Paolo Orsi.
Gli esperti della forestale hanno abbattuto gli alberi danneggiati dal maltempo e tutti quelli considerati a rischio crollo; hanno ripulito dalla decennale vegetazione tutta la zona più esterna del parco e riscoperto, al suo interno, i percorsi fra le antichità e il verde, alcuni dei quali mai stati fruibili.
Una pulizia straordinaria che, come ha spiegato il dirigente dell'Azienda foreste, Carmelo Frittitta, si è svolto in costante collaborazione con la direzione del parco di Neapolis, guidato da Maria Amalia Mastelloni, sulla scia di un progetto voluto dalla Regione e avviato lo scorso 6 maggio.
Venticinque operai specializzati sono impegnati nella manutenzione straordinaria dei 18 ettari dell'area archeologica di Neapolis che proseguirà nelle prossime settimane come prevede il progetto regionale costato 250mila euro.
Una decisione che ha avuto anche il plauso dell'assessore regionale ai Beni culturali, Maria Rita Sgarlata, poichè ha il merito di rendere fruibile e sicura un'area dimenticata da decenni.
Gli esperti della forestale hanno pulito da erbacce e sterpaglie l'intera zona dell'Anfiteatro romano così come anche quella dell'Ara di Ierone offrendo ai turisti la possibilità di ammirare due monumenti di grande bellezza architettonica. Ma non solo. La pulizia speciale ha libertao la via Sacra dalla vegetazione folta che impedita ai visitatori di percorrerla. E che ora, invece, è diventata un viaggio fra pietre millenarie, fiori e piante preziose.
Isabella Di Bartolo

10 Giugno 2013 







Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.