L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






16 novembre 2010

EX ASSESSORE CASTIGLIONE(PDL SEGRETARIO REGIONALE)

La protesta dei lavoratori forestali dell’antincendio
Castiglione: “No alla stabilizzazione degli operai”

 Il vicegovernatore della Sicilia e assessore regionale all’Agricoltura e Foreste, Giuseppe Castiglione, ha ricevuto oggi una delegazione di operai forestali dell’antincendio iscritti ai sindacati Ugl, Cisal e qualche autonomo. In mattinata, i lavoratori si erano dati appuntamento in piazza John Lennon a Palermo, a pochi passi dalla sede dell’assessorato all’Agricoltura, in viale Regione Siciliana. Successivamente, scortati da centinaia di agenti e di carabinieri, i forestali si sono diretti all'Assemblea regionale, dove sono stati ricevuti da Castiglione. I lavoratori hanno chiesto garanzie per il futuro occupazionale. Nel corso dell’incontro, l’assessore Castiglione ha illustrato le strategie di intervento nel settore forestale, così come concordato più volte con le organizzazioni sindacalil. “Da tempo – ha affermato l’assessore – si sta puntando a reperire risorse anche al di fuori del bilancio regionale, mi riferisco, per esempio, ai fondi regionali . Questo corso, inoltre, ha già dato risultati concreti, tanto che quest’anno gli incendi sono diminuiti rispetto al passato. Gli operai forestali rappresentando un patrimonio da difendere per questa regione, ma in questo momento non ci sono le condizioni finanziarie per un assorbimento negli organici regionali”. Castiglione ha proposto anche la creazione di un tavolo tecnico con il ministero del Tesoro, sulla scorta di esperienze da parte di altre regioni, come la Calabria, per la quantificazione dell’onere pubblico di ogni operaio forestale. Si vuole appurare, infatti, quanto viene a costare, tra stipendio, contributi previdenziali e indennità di disoccupazione, ogni lavoratore forestale, per poi valutare quale sia il percorso meno oneroso tra stabilizzazione e lavoro stagionale. Un altro tavolo che si aprirà con il governo nazionale è quello relativo all’attuazione della nuova legge per la prevenzione degli incendi. “Si punta – ha spiegato Castiglione – ad ottenere delle risorse che possano essere utilizzate sul territorio per la salvaguardia di un patrimonio importantissimo come quello boschivo”.
           
Palermo, 22/10/2002
Link

3 commenti:

  1. Credo che sia la miglior soluzione per noi operai forestali, (anche se econimicamente a nostro discapito)quella di passare a tempo indeterminato affinchè si possa avere una continuità in un futuro lavoro.

    RispondiElimina
  2. Michele Mogavero6 gennaio 2011 08:54

    Non c'è la volontà,penso che la stabilizzazione converrebbe di più.

    RispondiElimina

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.