L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






09 luglio 2016

COMPARTO SICUREZZA. «CANCELLARE LA FORESTALE È UN ERRORE IRRIMEDIABILE»


Comparto sicurezza

«Cancellare la Forestale è un errore irrimediabile»

Presidio oggi (martedì 5 luglio) a Roma dei lavoratori del corpo. Per il segretario confederale Cgil Gianna Fracassi l'accorpamento nei Carabinieri e la militarizzazione forzata "sono in contrasto con i principi costituzionali e col nostro ordinamento" 


"Cancellare il Corpo forestale dello Stato è un errore irrimediabile che ricade non solo sui lavoratori e sulle lavoratrici, ma sulla legalità e sulla tutela del nostro territorio". A dirlo è il segretario confederale della Cgil Gianna Fracassi, parlando oggi (martedì 5 luglio) durante il presidio “Civili per natura” in corso a Roma, in Piazza Montecitorio (davanti alla Camera dei deputati), promosso da Cgil, Fp Cgil e un vasto cartello di sigle sindacali.

Il sindacato di corso d'Italia si oppone all'accorpamento del Corpo nell'Arma dei Carabinieri, previsto dal decreto Madia, e alla conseguente militarizzazione. “Una misura sbagliata – spiega – perché si cancellano professionalità e un presidio importante nella tutela ambientale e nel contrasto alle ecomafie. In una fase in cui si registra una diminuzione dei reati ambientali, come ha certificato Legambiente nella presentazione del proprio rapporto, è davvero incredibile pensare di procedere con un'operazione di questo tipo".


Un provvedimento sbagliato anche “per le lavoratrici e i lavoratori: la militarizzazione forzata prevista dalla norma è una scelta che contrasta con i principi costituzionali e con il nostro ordinamento”. La Cgil, conclude Gianna Fracassi, chiede quindi “al governo di prorogare anche su questo punto i termini di attuazione della delega e di aprire un confronto vero sui contenuti del decreto".

L’iniziativa di oggi è solo la prima, spiegano Cgil e Fp Cgil nazionali in una nota, di “un intenso percorso di mobilitazione verso lo sciopero nazionale di settembre, attraverso cui vogliamo dare un segnale fermo al governo e sensibilizzare l'opinione pubblica per denunciare gli effetti dell'accorpamento con l'Arma dei Carabinieri”. Cgil e Fp sottolineano che non è possibile “disperdere le competenze della Forestale, uniche nel panorama dei corpi di polizia italiani, attraverso un'operazione che costringerà 7 mila lavoratrici e lavoratori a perdere il loro status civile e tutti i loro diritti sindacali".

Cgil e Funzione pubblica hanno già predisposto una serie di misure necessarie per un piano efficace di riorganizzazione complessiva dei Corpi di polizia. “Un processo di riforma – concludono i sindacati – che avrebbe bisogno di più tempo: proprio per questo chiediamo che il decreto in questione, sbagliato, venga accantonato per un anno. Noi siamo pronti sin da ora a portare al tavolo le nostre proposte, ma serve un vero confronto col governo. Un confronto che non può più attendere se si vogliono garantire ai cittadini dei servizi pubblici che siano veramente di qualità".

Una posizione che la Cgil aveva già espresso nell'Assemblea nazionale dei quadri e delegati dei Corpi di Polizia di Stato, Penitenziaria, Forestale, Finanza, Vigili del Fuoco e rappresentanti del mondo militare che si è tenuta il 27 giugno scorso a Roma. Nel corso dell'iniziativa, il sindacato aveva ribadito il proprio giudizio negativo sul decreto di riorganizzazione del comparto sicurezza, che punta “alla soppressione del Corpo forestale dello Stato e alla sua militarizzazione forzata (art. 8) e a poco altro, senza rispondere ai problemi e alle emergenze del settore e senza avere alla base un progetto organico che, con una ricetta diversa da quella dei tagli e delle riduzioni dei precedenti interventi, guardi al presidio del territorio e alla valorizzazione delle professionalità e delle specificità dei singoli Corpi”.

Va ricordato, infine, che contro il provvedimento del governo si è schierata anche la Federazione sindacale europea dei servizi pubblici (Epsu). “Vogliamo sollecitare il governo italiano a riconsiderare il decreto al fine di evitare una regressione sia della qualità del servizio forestale dello Stato sia delle condizioni di lavoro dei 7 mila uomini e donne del Corpo”, si legge nel comunicato diffuso dal sindacato internazionale Il decreto, continua l’Epsu, “costringerà gli appartenenti del Corpo forestale alla perdita di tutti i loro diritti sindacali, di adesione sindacale e di diritto allo sciopero”. La Federazione, in conclusione, sottolinea come il provvedimento non sembra tenere conto “sia del recente Accordo europeo sul diritto dei lavoratori delle amministrazioni centrali all'informazione e alla consultazione sia della direzione intrapresa a livello europeo per la gestione dell'ambiente e del territorio. Ogni Stato, infatti, dovrebbe essere dotato di un corpo di polizia ambientale altamente specializzato, facente capo ai ministeri dell'Agricoltura o dell'Ambiente”.

05 Luglio 2016







NOTIZIE CORRELATE:


IL MINISTRO MADIA: ADDIO AL CORPO FORESTALE, LE FORZE DI POLIZIA DIVENTANO 4. LA COMMISSIONE AFFARI COSTITUZIONALI DEL SENATO HA DATO IL SUO OK ALL'EMENDAMENTO 

CORPO FORESTALE: M5S, NO ALLO SMANTELLAMENTO! 

CORPO FORESTALE, BRAMBILLA: INVECE DI ABOLIRLO GOVERNO LO POTENZI. RIASSORBIRE LA FORESTALE IN ALTRI CORPI DI POLIZIA SIGNIFICA DISPERDERE PROFESSIONALITÀ PREZIOSE 

LA FORESTALE CHE SERVE ALL’ITALIA. LA RIFORMA PROPOSTA DALLA CGIL NO ALL'ACCORPAMENTO, È NECESSARIO CAMBIARE ORGANIGRAMMI, MODALITÀ E CONSUETUDINI 

LE GUARDIE FORESTALI RIMANGONO IN SICILIA E SCOMPAIONO IN LOMBARDIA. KARL ZELLER (SVP) E LA MARCIA INDIETRO DEL GOVERNO

LEGGE STABILITA' 2014, EMENDAMENTO PER LA SOPPRESSIONE DEL CFS   

TRA LE NORME DELLA BOZZA DI RIORDINO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE C'E' QUELLA CHE PREVEDE IL RIASSORBIMENTO DEL CORPO FORESTALE DELLO STATO E DELLA POLIZIA   

UGL FORESTALI: IL CORPO FORESTALE DELLO STATO VERRA' ABOLITO E NESSUNO STA MUOVENDO UN DITO. L’ITALIA HA BISOGNO DEL CORPO FORESTALE DELLO STATO!

TAM TAM IN RETE CONTRO LA SOPPRESSIONE DELLA FORESTALE. "COSI' SI PENALIZZA IL NOSTRO PATRIMONIO NATURALISTICO" 




REGIONE UMBRIA. LETTERA APERTA DEL COMANDANTE DEL CORPO FORESTALE DELLO STATO GUIDO CONTI AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO

CORPO FORESTALE DELLO STATO. FLAI CGIL: NO AD ACCORPAMENTO, INOLTRE SIAMO FORTEMENTE PREOCCUPATI ANCHE PER IL FUTURO DEGLI OPERAI FORESTALI

SOPPRESSIONE DELLA FORESTALE, APPELLO ALLA POLITICA

GUARDIA FORESTALE: SARÀ ASSORBITA DALLA POLIZIA MA MANTERRÀ LE SUE COMPETENZE

CAPOGRUPPO DI FI DEL FVG RICCARDO RICCARDI: SCIOGLIERE IL CORPO DEI FORESTALI SIGNIFICA APRIRE UNA BRECCIA NELLA NOSTRA SPECIALITÀ. UNA SPECIALITÀ VIRTUOSA, PERCHÉ I NOSTRI 263 FORESTALI NON SONO I 27 MILA DELLA SICILIA. PERDONATELO, E' IN EVIDENTE STATO CONFUSIONALE COME IL SUO PARTITO!

VALDIERI/ SALVIAMO IL CORPO FORESTALE DELLO STATO. PAOLO CHIARENZA - CONSIGLIERE COMUNALE: IL CORPO FORESTALE DELLO STATO NON HA NULLA DA SPARTIRE CON LE MIGLIAIA DI OPERAI FORESTALI DI CUI AGLI SCANDALI EMERSI IN CALABRIA E IN SICILIA

FORESTALE, NO ALL'ACCORPAMENTO CON I CARABINIERI

OK IN COMMISSIONE ALL’ACCORPAMENTO DELLA FORESTALE E AL 112 NUMERO UNICO PER LE EMERGENZE. VIA LIBERA ANCHE ALL’ASSORBIMENTO, SEPPURE EVENTUALE, DELLA FORESTALE IN UN’ALTRA FORZA DI POLIZIA

CORPO FORESTALE, SCIPIO (UGL): ADERIAMO ALLA MANIFESTAZIONE DEL 15 LUGLIO - NO ALL’ACCORPAMENTO DEL CFS AI CARABINIERI

LE FUNZIONI INCENDI BOSCHIVI PASSEREBBERO DA FORESTALE A VIGILI DEL FUOCO. QUESTA E' L'ULTIMA MINCHIATA DEL PD DI RENZI, DELL'UDC DI D'ALIA, DELL'NCD DI ALFANO ECC...CHI PUO' FERMARE QUESTI PAZZI INCOMPETENTI?

SCANDALOSO. RIFORMA PA, ADDIO AL CORPO FORESTALE. OK AL RIORDINO DEI CORPI DI POLIZIA. ADESSO È UFFICIALE: I MEZZI, LE RISORSE E IL PERSONALE DEL CORPO FORESTALE CON FUNZIONI ANTINCENDIO PASSERANNO SOTTO I VIGILI DEL FUOCO

I FORESTALI NON VOGLIONO MORIRE CARABINIERI

ADDIO AL CORPO FORESTALE DELLO STATO: AL SENATO APPROVAZIONE DEFINITIVA PER IL DDL MADIA LA BATTAGLIA SI SPOSTA SUI DECRETI ATTUATIVI. I SINDACATI MANIFESTANO: «VEDREMO IN AUTUNNO»

L’ADDIO AI FORESTALI E LA GUERRA DELLE DIVISE. DI ANTONIO SATTA. MILANO FINANZA

MIRACOLO DI AGOSTO. ANGELINO ALFANO: IL CORPO FORESTALE NON SARÁ SOPPRESSO MA SARÁ OGGETTO DI UNA RAZIONALIZZAZIONE

CORPO FORESTALE DELLO STATO, A CHI GIOVA SOPPRIMERLO? 

FORESTALI NEL SANGUE: GIÀ CENTINAIA DI ADESIONI ALLA GIORNATA DI DONAZIONI CONTRO LA SOPPRESSIONE. APPUNTAMENTO IL 18 SETTEMBRE, CON LA COORDINAZIONE DELLA CAMPAGNA #SALVIAMOLAFORESTALE 

FORESTALE: CGIL, CISL E UIL, SALVIAMOLA PER IL PAESE, IL 25 ASSEMBLEA NAZIONALE 

MARCO MORONI, SINDACALISTA DEI FORESTALI, SCRIVE AL MINISTRO MARTINA: "ULTIMO APPELLO CONTRO LO SMANTELLAMENTO DEL CORPO"
CALENDARIO FORESTALE 2016, I 12 MESI PER UN POSSIBILE ADDIO PRESENTATO CON CARITAS PER 'NATALE: IL BOSCO DELLA SOLIDARIETÀ

IL MINISTRO ALFANO VOLTA LE SPALLE AI FORESTALI, LA DENUNCIA DEL SAPAF. MORONI: “SI SALVANO GIUSTAMENTE 23 PREFETTURE, E POI SI CANCELLANO 1.000 STAZIONI DEL CORPO FORESTALE” 

STATALI, 10 DECRETI IN ARRIVO PRIMA DI NATALE: DAI TAGLI AGLI STIPENDI ALL'ADDIO ALLA FORESTALE

LETTERA AL GOVERNO SULLA SOPPRESSIONE DEL CORPO FORESTALE DELLO STATO

ACCORPAMENTO FORESTALE, IL GOVERNO RINVIA LA PUBBLICAZIONE DEL DECRETO. I SINDACATI DEI FORESTALI SAPAF, UGL-CNF, SNF, CGIL-CFS E DIRFOR SOSPENDONO LE INIZIATIVE DI PROTESTA IN ATTESA DI UN NUOVO CONFRONTO


RIFORMA P.A. – SINDACATI CORPO FORESTALE: SIT-IN IL 15/01 PER DIRE NO ALL’ASSORBIMENTO NEI CARABINIERI 

CORPO FORESTALE, L’ACCORPAMENTO NEI CARABINIERI TAGLIA I COSTI “MA SPIANA LA STRADA AGLI ECOREATI”

FORESTALI A MONTECITORIO: “VIA LA MADIA COME GARCIA”

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. MERCOLEDÌ LA RIFORMA MADIA. ADDIO FORESTALE. IL CORPO FORESTALE DELLO STATO VERRÀ ASSORBITO NELL' ARMA DEI CARABINIERI AD ECCEZIONE DELLE COMPETENZE ANTI-INCENDIO, DA ATTRIBUIRE AI VIGILI DEL FUOCO

CORPO FORESTALE ADDIO, LE ECOMAFIE RINGRAZIANO. IL M5S: SARÀ BATTAGLIA IN TUTTE LE SEDI COMPETENTI, ITALIANE ED EUROPEE, AFFINCHÉ IL CORPO SIA RIPRISTINATO NELLE SUE FUNZIONI E SOPRATTUTTO NELLA SUA INDIPENDENZA. NON FINIRÀ QUI

LA RIFORMA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. CORPO FORESTALE, IN SICILIA FUNZIONI DUPLICATE. IL DIRIGENTE GULLO: SULL'ANTINCENDIO C'È GIÀ GRANDE INTESA COI VIGILI DEL FUOCO

IL GOVERNO EMANA IL DECRETO SULLA SOPPRESSIONE DEL CFS MA NULLA È ANCORA PERDUTO 

IL SILENZIO DEL GOVERNO SUL ‘PASTICCIO’ DEI FORESTALI. TUTTO TACE SULL’ACCORPAMENTO TRA CFS E CARABINIERI. PROTESTA DEI SINDACATI CHE CHIEDONO RISPETTO PER IL CORPO FORESTALE

CORPO FORESTALE, SINDACATI: CARABINIERI PRONTI A RIMPIAZZARE TUTTI I 7000 FORESTALI

RIORGANIZZAZIONE CORPO FORESTALE, NASCE IL TAVOLO DI COORDINAMENTO TRA REGIONI A STATUTO SPECIALE E PROVINCE AUTONOME

FORESTALE ADDIO, RICORSI IN VISTA: RIFORMA A RISCHIO PARALISI PER 2 ANNI. INIZIA IL CONTO ALLA ROVESCIA PER LA SOPPRESSIONE DELLA 5° FORZA DI POLIZIA 

CORPO FORESTALE DELLO STATO, SAPAF: FORESTALI IN SCIOPERO 

FORESTALI. IL SAPAF NON MOLLA SULL'AUTONOMIA DEL CORPO

CAMPAGNA SALVIAMO LA FORESTALE, AGGIORNAMENTO SULLA PETIZIONE. NASCE IL COMITATO SPONTANEO “FORESTA FORESTA” 





NO ALLA SOPPRESSIONE DEL CORPO FORESTALE DELLO STATO




Non si cancellano con un tratto di penna 192 anni di storia del glorioso Corpo Forestale dello Stato

Condividi questa petizione


Anche il nostro Blog ha aderito









Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.