L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






29 aprile 2016

IL MAB SICILIA MI CHIEDE DI RIPUBBLICARE UN ARTICOLO, QUESTA VOLTA COMPRESO DI VIDEO: GLI OPERAI FORESTALI NEGLI ANNI PASSATI HANNO DIMOSTRATO LA LORO UTILITA' NELLA VALORIZZAZIONE E PROTEZIONE DEI BENI NATURALISTICI, ARCHEOLOGICI E STORICI



Il Mab Sicilia mi chiede di ripubblicare un articolo del 28 giugno 2015.
Questa volta compreso di video



GLI OPERAI FORESTALI NEGLI ANNI PASSATI HANNO DIMOSTRATO LA LORO UTILITA' NELLA VALORIZZAZIONE E PROTEZIONE DEI BENI NATURALISTICI, ARCHEOLOGICI E STORICI





Il MAB Sicilia si è recato a Himera in una delle più antiche e belle colonie Greche del V sec. a.C. ubicata sulla bellissima costa settentrionale della Sicilia, al centro di un ampio golfo, tra i promontori di Cefalù e di Termini Imerese, ed in prossimità della foce del fiume Imera. Il luogo dal punto di vista naturalistico è incantevole si ha un ricca vegetazione fluviale lungo il corso d’acqua che prende il nome dell’antica città e un ambiente costiero. Molti si chiederanno perché il MAB Sicilia che si occupa di protezione dell’ambiente e di tutela degli operai addetti all’antincendio boschivo si è recato in un sito archeologico? Se si va un pò indietro con gli anni e quando qualcosa nella politica forestale stava cambiando la risposta è semplice, nel 2011 grazie agli accordi sanciti tra il Dipartimento regionale delle Foreste e il Dipartimento Regionale dei Beni Culturali gli operai del servizio antincendio boschivo dell’Ispettorati Ripartimentali delle Foreste completavano le loro giornate lavorative svolgendo attività di pulizia e manutenzione dei siti archeologici. Ricordo al Presidente della Regione e ai Politici che gli interventi non si sono solo limitati alla pulizia, ma hanno anche consentito la realizzazione di recinzioni, ringhiere in paletti di castagno, sistemazione strade di accesso, che hanno contribuito alla valorizzazione e promozione e tutela dagli incendi del bene. Oggi Himera oltre ad non essere fruibile risulta abbandonata e piena di sterpaglie attaccabile dagli incendi, quindi prioritaria e la prevenzione incendi e quindi ci risulta incomprensibile la scelta del governo di dislocare gli operai all’interno dei boschi dove ripeto il settore e già saturo operai che potrebbero diventare una risorsa economica della Sicilia. Ricordo al Presidente della Regione che la posizione strategica del sito Himera risponde ottimamente alla possibilità di inserimento nei più importanti e frequentati itinerari turistici dell’isola, essendo ben collegato alle principali arterie stradali e ferroviarie, e trovandosi molto vicino ai più importanti centri turistici della costa tirrenica. Tale concomitanza risulta pertanto di grande vantaggio per i livelli di fruizioni locali, legati soprattutto alle scuole dei paesi vicini (Termini Imerese, Cerda, Montemaggiore Belsito, Campofelice di Roccella e altri paesi del versante occidentale delle Madonie), ed ai turisti che percorrono itinerari più capillari del territorio Isolano.  Inoltre Himera è dislocata alle porte del Parco delle Madonie, destinato grazie alle recenti normative, ad assumere sempre più importanza tra le mete turistiche dell’isola, sia per l’aspetto naturalistico, che per la valenza storica, monumentale ed artistica dei paesi madoniti e dei loro secolari patrimoni culturali. Questo quadro illustra bene le potenzialità recettive Parco di Himera, considerato che potrà essere agevolmente inserito nel percorso di visita di un’ampissima gamma di utenti di  di cui si possono fin da individuare alcune componenti.
Sig. Politici vi ricordo nuovamente che il sito archeologico insieme a molti altri oggi risultano in un completo stato di abbandono dimenticato da una politica che non ascolta e non vede.







Palermo, li 27 giugno 2015
Presidente Mab Sicilia
Salvatore Ferrara





Video












Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.