30 marzo 2017

SIRACUSA, UN NUOVO CONTRATTO E MAGGIORI RISORSE PER I FORESTALI: LA FLAI CGIL SI RIVOLGE ALLA REGIONE. CHIESTA ANCHE LA SEPARAZIONE DELLE GRADUATORIE TRA ANTINCENDIO E MANUTENZIONE


Il segretario della Flai precisa infine che 151isti stanno per essere avviati al lavoro, a partire dal 10 aprile, ma solo per 12 giorni. Entro il mese dovrebbero essere avviati al lavoro tutti

Risorse per i forestali: la Flai Cgil di Siracusa si rivolge alla Regione a cui chiede sia di reperire fondi per garantire il pagamento delle spettanze, sia di aggiornare il loro contratto, fermo al 2001. “Con Fai Cisl e Uila Uil abbiamo chiesto alla Regione – spiega Mimmo Bellinvia, segretario provinciale della Flai – l’ampliamento delle competenze, con nuove forme di progettualità per la prevenzione del dissesto idrogeologico, nonché la divisione delle competenze dell’antincendio, che dovrebbe essere affidato all’Ispettorato Foreste, e della manutenzione, che invece dovrebbe essere appannaggio esclusivo dell’Azienda”.
Questo comporterebbe anche la separazione tra le due graduatorie, eliminando così alcuni impasse che si vanno verificando proprio per la sovrapposizione delle competenze. “Abbiamo anche chiesto alla Regione il mantenimento dei due attuali distretti, per evitare – ad esempio – che lavoratori di Avola debbano prestare servizio a Pedagaggi. Questo perché i forestali sono in massima parte lavoratori a tempo determinato tra 78isti, 101isti, 151isti. Quelli a tempo indeterminato, su 1.344, sono solo 73. E come se non bastasse non prendono gli stipendi da 4 mesi”.
Mimmo Bellinvia precisa pure che tra le richieste avanzate alla Regione, c’è anche quella relativa agli stanziamenti. “Ci sono stati diversi pensionamenti: noi chiediamo che le somme restino le stesse degli anni precedenti, in modo da poter garantire più giornate di lavoro ai forestali con contratto temporaneo. Non solo, vorremmo che i finanziamenti fossero triennali, non solo per garantire la corretta erogazione delle spettanze, ma anche per poter eseguire i lavori nella stagione giusta e non in ritardo quando, a volte, diventa impossibile effettuarli“.
Il segretario della Flai precisa infine che 151isti stanno per essere avviati al lavoro, a partire dal 10 aprile, ma solo per 12 giorni. Entro il mese dovrebbero essere avviati al lavoro tutti. “E in ogni caso – conclude – non hanno ancora percepito le mensilità arretrate. Avvio al lavoro anche per 20 vivaisti“.
30 marzo 2017

Fonte: www.siracusanews.it







2 commenti:

  1. Centorbi Salvatore30 marzo 2017 17:51

    Nel 1996, quando fu diramata la legge 16, per farcela digerire a noi allora 51sti e dichiarati personale in esubero, avevato promesso che avreste mantenuto il tetto delle giornate che allora fu conquistato, per far sì che chi era indietro man mano che c'erano i pensionamenti le giornate in più venivano tretribuiti a partire dagli ultimi ......cosa mai avvenuta, nonostante le mie vibrante proteste per anni, ogni volta che partecipavo ad uno sciopero per reclamare l'elemosina dei 51 giorni.
    ora dopo oltre 20 anni ritornate con questa promessa, vi sembra una cosa lecita e normale?
    nel 1996 a Siracusa eravano in 4.400, oggi siamo in 1344, praticamente un terzo di quanto eravamo nel 1996 ...lo sapete cosa significa questo ....lo capite cosa significa ritornare con questa storiella dopo 20 anni? .....ma un minimo di vergogna la provate?
    Sò che non mi risponderete mai ...come d'altronde mai mi avete risposto in questi ultimi 20 anni, ma non ha importanza..... arriverà il momento che le carte in tavola cambieranno e poi faremo i conti a tavolino.
    Saluti

    RispondiElimina
  2. Salvatore Centorbi ma chi vuoi che ti rispondi loro anno le tasche piene che fare dagli operai forestali dal territorio siciliano ecc. ecc.!! Comunque non mi stancherò mai di dire politici e sindacati fallimento totale con la virgola!! Come voi che non vi stancate mai di dire bugie come pinocchio!!
    Aib Salvatore distretto 2 Catania!!

    RispondiElimina

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.