L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






16 marzo 2017

SCHIAFFO ALLA CULTURA, VERMIGLIO A RAPPORTO. IL PARLAMENTARE DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE, STEFANO ZITO: L’UTILIZZO DEI FORESTALI VIENE PREVISTO DALLA LEGGE 9 DEL 2013 ALL’ART. 25


Il caso. Le infiltrazioni al museo Paolo Orsi e il degrado nei siti archeologici


di Francesco Nania
Siracusa - Le foto stanno facendo il giro del web. Le ha postate sul social network il prof. Paolo Giansiracusa. Testimoniano dello stato di abbandono in cui si trova oggi l’anfiteatro romano, il più grande esistente nel Sud d’Italia. Ma sta facendo discutere anche la mancata manutenzione al museo archeologico Paolo Orsi, le sterpaglie all’Ara di Ierone, i tombaroli in azione all’Eloro. E ci si chiede, che cosa impedisce alla Regione di intervenire per porre termine al degrado dei siti archeologici? Che cosa stanno facendo i nostri parlamentari all’Ars?
«Ho già inoltrato un’interrogazione all’assessorato e preso posizione pubblica – dice il deputato regionale Marika Cirone - è evidente che siamo in una fase delicata, quale quella dell’approvazione della finanziaria. Però devo dire che c’è una difficoltà degli stessi uffici della soprintendenza a farsi carico di soluzioni sinergiche come quella di coinvolgere i forestali. Ricordo quando, in un periodo più roseo, si crearono progetti per la pulizia degli esterni del parco Neapolis». Per la deputata del Pd è nodale la questione dell’autonomia del parco archeologico della Neapolis, «vicenda su cui ci stiamo impegnando. Per noi è vitale che il terzo parco in Sicilia in termini di affluenza, abbia la sua autonomia. Il pressing in assessorato di associazioni e di noi deputati non ha ancora sortito l’effetto desiderato».
Non ha mezzi termini il deputato regionale di Grande Sud, Pippo Gennuso. «E’ un governo che ha fallito in tutti i sensi - dice – i siti archeologici, soprattutto quelli nella zona Sud come Eloro, sono in perenne stato d’abbandono e ciò a causa della mancanza di risorse, di personale e di attenzione della Regione che ha bloccato tutto, mentre il presidente Crocetta non trova di meglio da fare che gettare fango a ogni occasione contro la nostra regione».
Il parlamentare del Movimento cinque stelle, Stefano Zito, va oltre e propone di convocare in commissione Cultura l’assessore regionale ai Beni cultuali e i referenti sul territorio. «Vogliamo comprendere se sia una mancanza di fondi – dice Zito - o c’è anche un problema di cattiva gestione dei siti archeologici e museali. Personalmente ricordo che sono stati spesi fondi per la manutenzione straordinaria del museo Paolo Orsi». Zito ha intenzione di chiedere all’assessore Vermiglio di rivedere il capitolo di spesa per la pulizia dei siti dalle sterpaglie. «Lo prevede la legge 9 del 2013 all’art. 25 – dice – per l’utilizzo dei forestali, si è percorsa questa strada. Del resto, se di cultura dobbiamo vivere, bisogna mantenere accessibili le nostre ricchezze culturali. Con l’audizione avremo le idee più chiare e capiremo se le colpe siano dell’assessorato nel ritardare a istituire il parco archeologico della Neapolis».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

15 Marzo 2017
http://www.lasicilia.it/news/siracusa/69090/schiaffo-alla-cultura-vermiglio-a-rapporto.html



Nota





De Marco: se non ci fossero stati i forestali non ci sarebbe Pantalica, non ci sarebbe Vendicari, Cavagrande del Cassibile e neanche Cava del Carosello, solo per citare alcuni tesori del siracusano

Carmelo Frittitta ex Direttore azienda Foreste di Siracusa: è fuori luogo sparare sui forestali!!!







Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.