L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






16 settembre 2016

UN PULLMAN E UNA CARTA PER I DIRITTI DEL LAVORO, LA RACCOLTA FIRME. DOMANI IL PULLMAN RIPRENDE IL SUO GIRO PER RAGGIUNGERE ALLE 9 UN’ASSEMBLEA DEI LAVORATORI FORESTALI DELLA FLAI AL CANTIERE DI BUONFORNELLO PRESSO IL TORRENTE ARGENTERA


ANDRÀ ANCHE NELLE PERIFERIE E A TERMINI IMERESE

Un pullman e una Carta per i diritti del lavoro, la raccolta firme




Approda a Palermo per due giorni, oggi e domani, il pullman dei diritti della Cgil per le ultime settimane di raccolta firme per la Carta dei diritti universali del lavoro.
Il pullman farà diverse soste nei luoghi di lavoro e nelle piazze dove sono presenti banchetti e gazebo informativi per la raccolta delle adesioni. Oggi pomeriggio, di ritorno da Trapani, il pullman farà la sua prima tappa alle ore 16 presso le aziende Selital e l’Italtel nell’area industriale di Carini, per incontrare i lavoratori.

La corsa nel pomeriggio prosegue al centro commerciale Conca d’Oro, ore 18, e poi farà il giro della borgata di Mondello (18,30) sostando tra strade e piazze per la raccolta delle firme. A bordo, in questi primi giri, si alterneranno lavoratori metalmeccanici e del commercio e del pubblico impiego. In serata, ancora numerose le iniziative in programma. Il pullman affidato ai giovani universitari dell’Udu, degli studenti medi del Reds e all’ufficio immigrati della Cgil Palermo farà un tour di Palermo (dalle 22,30) passando da via Libertà, piazza Politeama, piazza Verdi, i Quattro Canti, piazza Pretoria, piazza Magione, la Cala e sostando presso locali e pub. A bordo assieme agli studenti viaggeranno anche i lavoratori Almaviva e i lavoratori del settore cultura e spettacolo.
Domani il pullman riprende il suo giro per raggiungere alle 9 un’assemblea dei lavoratori forestali della Flai al cantiere di Buonfornello presso il torrente Argentera. Alle ore 10,30 il pullman farà una sosta a piazza Duomo a Termini Imerese, dove si gira il set del film L’Ora legale di Ficarra e Picone. Poi farà un giro nell’area industriale di Termini Imerese e alla stazione centrale.

Da qui si sposterà a piazza Torrelunga, ore 12, a Brancaccio e poi prosegue per il Forum. Nel corso della mattinata sul pullman si alterneranno lavoratori agricoli, della scuola e del commercio. Alle ore 17 il pullman arriverà al Porto e continuerà la sua opera divulgativa e di raccolta firme. Alle ore 19 l’imbarco per Genova.
Cos’è la Carta dei diritti universali del lavoro. La Carta è la riscrittura del diritto del lavoro in nome di un principio di uguaglianza che travalichi le varie forme e tipologie nelle quali esso si è diversificato e frammentato negli anni. Tutta la Cgil è impegnata in un grande confronto che mette al centro le tutele dei lavoratori, in questi anni attaccate e indebolite da un pervicace processo di destrutturazione. Le tutele di tutti, non solo dei subordinati pubblici e privati, la Cgil parla anche a tutta la galassia dei lavoratori parasubordinati, veri o finti autonomi, a professionisti e atipici, flessibili, precari, discontinui.


La Cgil con la Carta, un testo composto da 97 articoli, propone un progetto di legge di iniziativa popolare, ovvero di un nuovo Statuto delle lavoratrici e dei lavoratori, che estenda diritti a chi non ne ha e li riscriva per tutti alla luce dei grandi cambiamenti di questi anni, rovesciando l’idea che sia l’impresa, il soggetto più forte, a determinare le condizioni di chi lavora, il soggetto più debole. E i diritti fondamentali sono variegati, vanno dal compenso equo e proporzionato alla libertà di espressione, dal diritto alla sicurezza al diritto al riposo, ma anche alle pari opportunità e alla formazione permanente, un aggiornamento costante di saperi e competenze. La ridefinizione dei principi universali, le norme legislative che diano efficacia generale alla contrattazione in base a regole di democrazia e rappresentanza valide per tutti, la riscrittura dei contratti di lavoro sono i tre pilastri della proposta di legge a sostegno della quale sarà avviata una raccolta di firme.

Quando è iniziata la raccolta firme. Il 9 aprile è iniziata la raccolta firme a sostegno della legge di iniziativa popolare e dei quesiti referendari. La raccolta è stata preceduta da una consultazione straordinaria degli iscritti Cgil che si è conclusa il 19 marzo. In soli due mesi si sono svolte 41.705 assemblee, uno sforzo politico ed organizzativo senza precedenti, un grande fatto di democrazia e partecipazione che conferma il radicamento senza eguali del sindacato confederale nella società italiana. I due quesiti posti in consultazione, sui quali si sono espressi col voto 1.466.697 iscritte ed iscritti alla Cgil, hanno fatto registrare una larghissima maggioranza di favorevoli: il 98,49% per quanto riguarda l’approvazione della ‘Carta dei diritti’ ed il 93,59% per quanto concerne il mandato al Comitato Direttivo della Cgil di definire quesiti referendari utili a sostenere il percorso per la trasformazione della ‘Carta’ in legge.

Il 1 luglio sono state depositate in Corte di Cassazione oltre 1,1 milioni di firme per ognuno dei tre quesiti referendari che accompagnano e sostengono la proposta di legge di iniziativa popolare.
I tre quesiti referendari pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n. 69 del 23 marzo 2016, finalizzati al sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare, hanno come oggetto i seguenti temi: la cancellazione del lavoro accessorio (voucher); la reintroduzione della piena responsabilità solidale in tema di appalti; nuova tutela reintegratoria nel posto di lavoro in caso di licenziamento illegittimo per tutte le aziende al disopra dei cinque dipendenti.


16 Settembre 2016
http://palermo.blogsicilia.it/un-pullman-e-una-carta-per-i-diritti-del-lavoro-la-raccolta-firme/355399/








Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.