L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






19 ottobre 2015

TANGENTI PER LE TORRETTE ANTINCENDIO. LE INDAGINI AVEVANO PUNTATO DRITTO UN VECCHIO APPALTO MULTIMILIONARIO RIGUARDANTE LA REALIZZAZIONE DELLE VEDETTE IN TUTTA LA SICILIA E LA MANUTENZIONE ORDINARIA E STRARDINARIA DELL'IMPIANTO DI TELERILEVAMENTO DEGLI INCENDI NEL PARCO DELLE MADONIE


Tangenti per le torrette antincendio in Sicilia, indagato l'imprenditore Massimo Campione


Il presidente della Sistet srl, società che realizza e cura, tra l'altro, la manutenzione dei sistemi di telecontrollo degli incendi boschivi, e fratello di Marco Campione, sarebbe stato trovato in possesso di una lista di nomi con accanto l’indicazione di una somma di denaro


La Procura della Repubblica di Palermo ha avviato un'inchiesta su un presunto giro di tangenti sull’appalto siciliano delle torrette antincendio. Come riportato dal settimanale Grandangolo, infatti, l'imprenditore agrigentino Massimo Campione, presidente della Sistet srl, società che realizza e cura, tra l'altro, la manutenzione dei sistemi di telecontrollo degli incendi boschivi, e fratello di Marco Campione, presidente di Girgenti acque, sarebbe stato fermato dalla Polizia e trovato in possesso di una lista di nomi con accanto l’indicazione di una somma di denaro.
Le indagini avevano puntato dritto un vecchio appalto multimilionario riguardante la realizzazione di torrette anti incendio in tutta la Sicilia e la manutenzione ordinaria e strardinaria dell'impianto di telerilevamento degli incendi nel parco delle Madonie. Campione, nei confronti del quale sono state effettuate alcune perquisizioni, "messo alle strette" avrebbe iniziato a collaborare.
Nella lista, secondo indiscrezioni, i nomi non solo di dipendenti regionali e professionisti, ma anche di politici e funzionarti dello Stato come quello di Dario Lo Bosco, docente universitario originario di Raffadali, già presidente dell’autorità Portuale di Messina, dell’Ast e delle Rfi, la rete ferroviaria.
Il suo è l’unico nome certo uscito fuori e su lui sono concentrate le attenzioni investigative degli inquirenti che hanno compreso molto bene – confortati dai risultati, anche videoregistrazioni, di precedenti indagini che hanno aperto una breccia considerevole nel muro di complicità e compiacenze – di trovarsi davanti ad una vicenda molto delicata che potrebbe produrre terremoti dentro gli ovattati ambienti della politica siciliana e dell’imprenditoria.
In relazione alla vicenda  Dario Lo Bosco, si legge in una nota,  "smentisce categoricamente le voci che con stupore ha appreso su un eventuale interessamento, non si capisce a quale titolo, in un inchiesta della Procura della Repubblica di Palermo, come riportato da alcuni media, su presunte tangenti per appalti relativi a torrette antincendio, di cui non conosce assolutamente nulla".


18 Ottobre 2015
AgrigentoNotizie




Notizie correlate:


Inchiesta su appalto torrette anti-incendio: Dario Lo Bosco: “Estraneo a tutto”

Tangenti: aperta inchiesta su appalto torrette antincendio. Gli investigatori avrebbero trovato documenti con nomi di politici e funzionari regionali con accanto indicate somme di denaro









Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.