L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






29 aprile 2015

CONTROLLI DELLE FORZE DELL'ORDINE. IL PARCO DELL'ETNA «PROTETTO» DAI GITANTI INCIVILI



Controlli delle forze dell'ordine

Il Parco dell'Etna «protetto» dai gitanti incivili


 
Salvo Ferlito

Da un lato la necessità di tutelare i boschi dell'Etna, dall'altro quella di vigilare sui vacanzieri. E' il doppio obiettivo che si propone la polizia nel Parco dell'Etna all'indomani dal 25 aprile, primo vero banco di prova delle gite fuori porta. Le squadre a cavallo della Polizia di Stato e le pattuglie dei commissariati distaccati di Acireale e di Adrano sono state affiancate da equipaggi della Guardia di Finanza, dei carabinieri e della forestale, nella vigilanza delle aree protette ricadenti nei comuni di Nicolosi, Randazzo, Zafferana Etnea, Pedara, Linguaglossa, Biancavilla e Santa Maria di Licodia. Lo ha deciso il questore, Marcello Cardona, con un articolato servizio di controllo del territorio all'interno del Parco dell'Etna.
Anche la Polizia Stradale, con pattuglie dotate di apparecchiatura alcool test, ha partecipato allo schieramento di forze in difesa del patrimonio naturalistico e culturale dell'Etna.
Lo scopo principale del servizio, infatti, è stato quello di scongiurare atti vandalici e danneggiamenti, oltre ai comportamenti illeciti, quali quello dell'abbandono di rifiuti, che troppo spesso sfregiano i boschi del Vulcano.
Sono state controllate 250 persone, fermati e verificati 150 veicoli, si sono rese necessarie 2 perquisizioni ed è stato effettuato un sequestro. Sul fronte delle violazioni al Codice della Strada, sono state elevate 27 contestazioni.
Sono avvertiti, quindi i prossimi gitanti del primo maggio. Sulle strade e i boschi dell'Etna, gli equipaggi torneranno a vigilare sulla loro serenità ma anche e soprattutto sul loro grado di civiltà, conseguenza della salute del Parco.


28 Aprile 2015




Notizie correlate:



L'Etna non è pulitissimo, ma la parte demaniale è tenuta bene dalle guardie forestali

Uil: La Risorsa-Forestali per un grande Progetto Etna 

I forestali pronti per la fruizione e la tutela dell'Etna

Anche per Marisa Mazzaglia, Presidentessa del Parco dell'Etna, “l’economia verde è la chiave di volta per lo sviluppo dell’isola” 

Il Corpo Forestale a tutela dell'area protetta nel parco dell'Etna 

Etna. Stiamo studiando come applicare l'articolo 25 per l'utilizzazione dei forestali 

Uil: La risorsa forestali per un grande progetto Etna

Verde pubblico degradato, le proposte da parte del Pd. «Il Comune deve garantire la fruizione dei parchi» 

Dolomiti ed Etna, splendore e immondizia

Sull'Etna Basta sporcizia e lentocrazia

Usi e abusi delle meraviglie dell'Etna 

Il Parco dell'Etna non ha propri Guardiaparco e che il compito del controllo e della repressione degli abusi nell'area protetta è affidato a ben 7 distaccamenti forestali che operano attorno alle falde del vulcano, ciascuno con pochi uomini e con competenze territoriali e funzionali non coincidenti con il territorio dell'area protetta 

Etna. Stiamo studiando come applicare l'articolo 25 per l'utilizzazione dei forestali  

Etna, indagini sul festival di musica house, corpo forestale: autorizzazioni superficiali. Abbiamo trovato una situazione sgradevole, ma la cosa ancora più sgradevole è che il parco abbia dato il permesso, spiega il comandante ferlito

Etna, dopo il festival di musica techno «Uno sfregio autorizzato, si chieda scusa» 

Etna, ambientalisti sul festival techno. «Area protetta svenduta per un rave» 

Etna burning, parco e organizzatori a rischio denuncia. proseguono le indagini del corpo forestale









Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.