L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






18 settembre 2013

VAL DI NOTO, LE GOLE DEL CAROSELLO TORNANO IN VITA GRAZIE ALLA FORESTALE




Val di Noto, le gole del Carosello
tornano in vita grazie alla forestale


SCORCI DA SOGNO
Sopra un laghetto naturale incastonato in una delle gole del fiume Carosello; 
a sinistra, il rifugio delle Case Leone da cui parte un ripido sentiero
 Foto lasicilia.it

L'Azienda forestale demaniale ottiene un altro riconoscimento per la cura del territorio. Stavolta tocca al Val di Noto che si piazza sul primo posto del podio di Flormart: il salone internazionale del florovivaismo dedicato alle città più «verdi». Premiata la riqualificazione delle gole di Carosello nel territorio di Noto.


Tornare far risplendere un angolo di paradiso della nostra provincia: questa, in sintesi, la motivazione con cui la sede siracusana dell'azienda Foreste demaniali ha vinto la quattordicesima edizione del premio «La città per il verde». Il premio è stato assegnato per i lavori di riqualificazione che sono stati eseguiti lungo il fiume Carosello nel Comune di Noto.
La cerimonia di consegna del premio si è tenuta a Padova, nell'ambito del Salone internazionale del florovivaismo e giardinaggio Flormart. Tra i vari patrocini anche quello del ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare.
Per la quinta categoria, dedicata alle province, dunque, la giuria ha ritenuto di premiare l'Ufficio provinciale di Siracusa dell'azienda regionale Foreste demaniali per l'intervento di riqualificazione degli antichi percorsi e la valorizzazione del paesaggio delle cave del Val di Noto, attuato attraverso il recupero dei segni del territorio, quali tratturi, cave, botteghe conciarie e ipogee di epoca medievale.
I lavori di salvaguardia del paesaggio e gli interventi di ingegneria naturalistica sono stati eseguiti tra il 2008 e il 2012. In particolare si tratta di «interventi silvocolturali su boschi di conifere e boschi misti volti all'aumento del grado di naturalità attraverso l'esecuzione manuale di diradamenti di alberi al fine di favorire il naturale latifogliamento dei boschi e della macchia, di lavori di asportazione della vegetazione infestante alloctona e pericolosa, di recupero di beni culturali e paesistici, quali il ripristino di muri a secco, di infrastrutture nelle aree attrezzate, degli antichi sentieri, costruzione e ripristino di staccionate».
Gli interventi sono stati progettati e diretti dal dirigente dell'unità Demanio, Antonino Attardo, coadiuvato dal revisore forestale Giuseppe Cusumano, sotto la supervisione del dirigente provinciale dell'azienda Carmelo Frittitta. I lavori, inoltre, sono stati eseguiti in economia per amministrazione diretta, con l'impiego di manodopera forestale.
Tali lavori di riqualificazione degli antichi percorsi e di valorizzazione del paesaggio di cava del Carosello a Noto hanno consentito la riscoperta di ambienti naturali unici e suggestivi. Sono state strappate ai rovi e messe alla luce oltre cinquanta concerie medievali, realizzate in ambienti ipogei, oltre che mulini, palmenti, cisterne antiche e opere idrauliche varie databili al periodo greco-romano.
Sono stati ripristinati e messi in sicurezza decine di chilometri di viabilità storica, oltre che antiche mulattiere e sentieri. Sono stati restaurati fabbricati e rifugi. Sono state recuperate antiche tecniche di ingegneria naturalistica e gli antichi mestieri legati all'uso della pietra calcarea per la costruzione dei muri a secco. Grazie a tali interventi, oggi sono centinaia gli escursionisti provenienti da tutta Europa che posono tornare a esplorare questi luoghi incantevoli.
R. S.

17 Settembre 2013




Notizia correlata:








Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.