L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






07 luglio 2013

SIRACUSA, LA TONNARA DI SANTA PANAGIA SARA' RECUPERATA CON L'AUSILIO DEI FORESTALI


L'assessore Giansiracusa: «Sarà ripristinato pure il sentiero di accesso»

«La tonnara di Santa Panagia sarà recuperata»


Il Comune ripristinerà la via di accesso alla tonnara di Santa Panagia e valorizzerà il sito archeologico che questa via attraversa. Lo ha deciso la giunta municipale su proposta dell'assessore all'Urbanistica e alla Pianificazione territoriale Paolo Giansiracusa. La giunta ha dato quindi mandato all'assessore di organizzare una conferenza dei servizi, con la partecipazione delle direzioni del Parco archeologico Neapolis e dell'Azienda forestale. Obiettivo: un'azione comune per il recupero e la valorizzazione di questo sito abbandonato e dimenticato.
«Sarà elaborato un progetto - informa Giansiracusa - per la valorizzazione di questo sito. E saranno trovati i fondi (occorre peraltro poca cosa) per realizzare il progetto». Questo progetto dovrà prevedere la ricostruzione della strada carrabile di accesso e di una piazzola terminale di sosta, la ripulitura della intera area, il recupero delle cave dalle quali furono estratti i blocchi arenari per la costruzione delle mura Dionigiane, il recupero della porta greca "Esapilon" e delle coeve capanne, la realizzazione di servizi igienici e di ristoro.
Il progetto prevederà anche la realizzazione di un sentiero pedonale, che dalla piazzola di sosta raggiunga la tonnara. «Dovremo compiere gli atti necessari alla valorizzazione del sito, d'intesa e in collaborazione con la Soprintendenza - precisa l'assessore Giansiracusa -. Si tratta infatti di fare rivivere un'area archeologica lasciata finora nel completo abbandono. E per fare questo occorre preliminarmente realizzare tutte quelle opere, piccole e accessorie ma indispensabili, per una piena fruizione».
«Il restauro della tonnara e la istituzione del Museo del mare, a cura della Soprintendenza, e il recupero del sito circostante, ad opera del Comune, potranno offrire al turista una nuova attrattiva. E non c'è nemmeno da spendere granché. Le piccole somme occorrenti potranno essere recuperate fra le pieghe del bilancio comunale».
Giansiracusa, docente all'Accademia di belle arti di Catania, fondatore e direttore dell'Accademia di belle arti di Siracusa. Del restauro della tonnara e del recupero della ex stazioncina ferroviaria e della ex casermetta della Guardia di finanza si sta occupando la Soprintendenza dei Beni culturali.
L'intero sito, cioè la tonnara, la casermetta, l'ex passaggio a livello, le cave è abbandonato da anni, da decenni anzi. Gli edifici sono pericolanti, la strada non c'è più, le cave sono diventate discariche. Tuttavia l'intervento richiesto non è di enorme portata finanziaria. E la parte più rilevante, cioè quella di competenza della Soprintendenza, è già nella disponibilità della Soprintendenza.
Salvatore Maiorca

06 Luglio 2013 







Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.