L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






12 marzo 2013

MESSINA, FORESTALI SENZA STIPENDI GIOVEDI' MANIFESTAZIONE A PALERMO



La denuncia di Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil

Messina, forestali senza stipendio
Giovedì manifestazione a Palermo

forestali protesta
Foto blogsicilia.it


“I soldi ci sono ma gli stipendi non vengono pagati”. E’ questa la denuncia dei  segretari provinciali Fai Cisl Calogero Cipriano,  Flai Cgil Giovanni Mastroeni  e Uila Uil Salvatore Orlando sulla drammatica situazione dei forestali messinesi. Il 14 marzo i sindacati annunciano una manifestazione davanti la sede della presidenza della Regione a piazza indipendenza a Palermo
“Ad oggi – si legge nel comunicato sindacale –  non sono stati ancora pagati gli stipendi del mese di novembre e dicembre 2012 per i lavoratori a tempo determinato e indeterminato sia all’Azienda Foreste Demaniali come allo stesso Ispettorato Forestale Antincendio”.
Il problema, secondo le parti sociali, sarebbe la certezza dell’arrivo, già 10 giorni fa, delle risorse per tutti i lavoratori del settore forestale delle provincia si Messina, ma ancora nessuna somma a favore dei lavoratori è stata erogata: “La cosa assume caratteristiche estremamente drammatiche – continua il comunicato – visto che in altre provincie già da giorni gli stessi lavoratori forestali hanno ricevuto gli stipendi creando di fatto una situazione discriminante verso la provincia di Messina e i propri lavoratori. Le segreterie regionali nella giornata odierna stanno intervenendo sulle strutture regionali dell’Azienda e dell’Ispettorato Forestale e anche sugli Assessorati Regionali Agricoltura e Territorio Ambiente, per superare tale situazione di discriminazione esistente all’interno del territorio siciliano e sbloccare finalmente anche per la provincia di Messina le risorse che consentiranno in tempi rapidissimi ai forestali di poter ricevere gli stipendi del 2012”.
Intanto è prevista per il 14 marzo prossimo una manifestazione dei lavoratori e delle sigle sindacali sotto la sede della presidenza della Regione. Le parti sociali chiedono un incontro con il presidente della Regione Crocetta: “Non è ripetibile – continua il comunicato –  la stagione forestale 2012 che ha visto il non rispetto dell’accordo sindacale del 2009 oltre una programmazione delle giornate di lavoro non continua che ha creato gravi disagi agli stessi lavoratori. Il 2013 deve essere l’anno in cui si può finalmente trasformare l’accordo sindacale del 2009 in legge della Regione Siciliana potendo affrontare in maniera diversa la politica del settore.”
L.A.

11 Marzo 2013




Sono molto preoccupato. 
 
Il Governo deve rivedere la Legge di Stabilità che colpisce l'occupazionale dei lavoratori forestali.
Bisogna anche far cambiare idea al Presidente Crocetta, ma non con le chiacchiere ma battendo i pugni sul tavolo e se è il caso di occupare la Presidenza, perchè dico questo? Perchè in occasione della manovra finanziaria di fine dicembre, il Governatore  ha inserito una norma che nel biennio 2013-2014 prevede il blocco dello scorrimento della graduatoria per i forestali a tempo indeterminato e per quelli con garanzia occupazionale, fissando di fatto, il tetto massimo nel numero dei lavoratori alla data del 31 dicembre 2012. Questo vuol dire che non si procederà alla sostituzione dei lavoratori fuoriusciti per qualsiasi motivo. Mi chiedo: Ma i lavoratori forestali devono essere sempre considerati un peso?






Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.