L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






17 febbraio 2012

I FORESTALI PER LA SICUREZZA E LA SALVAGUARDIA DEL TERRITORIO (2)


SORRENTINO, GOVERNO E TUTELA DEL TERRITORIO. DEVONO ESSERE PUNTI CENTRALI DI PIANO STRAORDINARIO PER IL LAVORO

Messina, 14 feb- “Il governo e la tutela del territorio sono punti centrali del piano straordinario per il lavoro che chiediamo e che deve guardare ai giovani, alle donne, al Mezzogiorno”. Lo ha detto Serena Sorrentino, della segreteria nazionale Cgil, concludendo a Messina il convegno del sindacato sul tema “Dal dissesto idrogeologico alla prevenzione e alla cura del territorio per uno sviluppo sostenibile e per l’occupazione”. Sorrentino ha sottolineato che “ bisogna rimettere in moto il processo di sviluppo e ridare centralita’ al lavoro. La priorita’ e’ creare occupazione – ha sostenuto- non aumentare la licenziabilita’” . Ha poi aggiunto che “se un territorio non attrae investimenti questo non e’ per la rigidita’ del mercato del lavoro ma per fattori di contesto che devono essere prioritariamente affrontati nell’ambito di un piano nazionale per la crescita”. Della “necessita’ di affermare un nuovo modello di sviluppo” ha parlato prima il segretario nazionale della Fillea Cgil Walter Schiavella. “Bisogna spezzare- ha sostenuto- quel circolo vizioso che ha distrutto la produttivita’ del settore edile e il territorio. Servono- ha specificato- politiche trasparenti di pianificazione territoriale e urbanistica e una piu’ efficace regolazione del mercato avendo come punto centrale l’affermazione del principio della legalita’”. Sfefania Crogi (nella foto)
segretaria nazionale della Flai Cgil, ha sottolineato la necessita’ di “non rincorrere le emergenze” e rilevato l’importanza del lavoro forestale per la tutela del territorio. “Il piano regionale di forestazione del 2009- ha detto- deve ancora essere attuato. Noi riteniamo che il lavoro forestale sia uno snodo centrale dell’opera di prevenzione che in generale, voglio ricordare, costa anche meno degli interventi d’emergenza”. Il convegno della Cgil ha visto gli interventi di Luca Falconi, geologo dell’Enea,che ha annunciato uno studio in corso di realizzazione sul territorio del messinese ,del docente universitario Enzo Liguori che ha sottolineato quanto poco si sia ancora fatto in termini di prevenzione, di Vincenzo Sansoni,dell’assessorato regionale territorio e ambiente. In apertura la toccante testimonianza del sindaco di Saponara, Nicola Venuto.Ha coordinato il dibattito il segretario della Cgil di Messina, Lillo Oceano.

Articolo pubblicato da




Se costa veramente meno, perchè non risparmiare?
Non si vuole?

Nessun commento:

Posta un commento

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.