L'obiettivo dei sindacati

è quello di arrivare ad ottenere 2 contingenti:

Oti e 151nisti.

Obiettivo condiviso anche dai due assessori!

Ecco allora quanto manca

per la presentazione della riforma:






21 settembre 2011

RISPOSTA DELL'ASSESSORE PER LE RISORSE AGRICOLE ALL'INTERPELLANZA DEL 07/10/2010

 

XV Legislatura ARSINTERPELLANZA N. 96 - Iniziative per l'immediata erogazione delle spettanze (V. nota) dovute agli operai forestali.

Al Presidente della Regione, premesso che: in data 14 maggio 2009 è stato sottoscritto dal Governo regionale un accordo che concedeva un preciso numero di ore agli operai forestali; detti operai da diverse settimane vivono una situazione di disagio per il mancato rispetto deitermini di quell'accordo, accompagnato da ritardinell'erogazione delle spettanze dovute; per conoscere se non ritenga, nel rispetto degli accordi stipulati, di dare immediata soluzione alla problematica del lavoro e della dignità degli operai forestali.

(7 settembre 2010)
GUCCIARDI--------- Con nota 2133/Interp.15 del 4 novembre 2010 ilPresidente della Regione ha delegato l'Assessore per le risorse agricole.


 
 
 
20/09/2011. Risposta dell'Assessore D’antrassi. 

L’onorevole interpellante con l’atto
parlamentare ispettivo affronta due questioni riguardanti gli opera forestali e precisamente:

1. il mancato rispetto dei termini del Protocollo d’Intesa del 14 maggio 2009;
2. il mancato pagamento degli emolumenti agli operai forestali alla data di presentazione
dell’atto ispettivo.
Relativamente al primo quesito deve rappresentarsi preliminarmente che, per l’anno 2010 i fondi utilizzati per i lavori gestiti dagli Uffici provinciali del Dipartimento regionale Azienda Foreste Demaniali sono stati imputati al PAR-FAS 2007-2013, a valere sulla linea di intervento 4.3.1 (capitolo 554224 del Bilancio regionale) e, quindi non sono stati utilizzati fondi regionali ma Extraregionali.
Per quanto riguarda l’annualità 2009 il Protocollo d’Intesa è stato quasi del tutto rispettato. Infatti a fronte di una previsione di 90-130 e 165 giornate lavorative per le tre fasce di lavoratori forestali, sono state realizzate rispettivamente 87-125 e 158 giornate lavorative.
La contrattazione con le Organizzazioni sindacali sull’applicazione del Protocollo d’Intesa dei lavoratori forestali, sottoscritto dall’onorevole Presidente della Regione il 14 maggio 2009, è stata rivista nel corso dell’anno 2010 prevedendo la riconferma delle medesime giornate lavorative previste per l’annualità 2009, attese le difficoltà finanziarie dell’Amministrazione regionale, che sono state comunque realizzate e pagate.
Nel corso del corrente anno è stato siglato un nuovo accordo con le Organizzazioni sindacali di categoria che riconferma per intero l’accordo del 2009, statuendo il numero delle giornate lavorative per le tre fasce in 101-151 e 180.
Relativamente alla problematica dei pagamenti, si evidenzia che l’utilizzo dei Fondi PAR-FAS ha comportato la messa in opera di un complesso procedimento amministrativo in linea con la vigente normativa dei lavori pubblici. Infatti, per la corretta e legittima attivazione di dette risorse, si è reso necessario predisporre singole perizie recanti la progettazione di interventi di rinaturalizzazione da eseguirsi in economia (quindi con l’assunzione diretta dei lavoratori forestali); ogni perizia, redatta dagli Uffici Provinciali dell’Azienda (UPA), è stata successivamente trasmessa dal Dipartimento che ha provveduto ad approvarla in linea tecnica mediante una struttura all’uopo preposta; per ogni singola perizia è stato, inoltre, predisposto apposito Decreto del Dirigente generale di impegno di spesa e, infine, è stato emesso relativo ordine di accreditamento all’UPA competente. Pertanto, il sistema dei pagamenti è risultato subordinato alla definizione di tale complesso iter
amministrativo che ha previsto il coinvolgimento degli Uffici centrali e periferici dell’Assessorato nel procedimento amministrativo-tecnico-contabile. Quindi, il differimento nel corso dell’anno 2010 tra la prestazione lavorativa e la retribuzione del lavoratore non è da imputare a specifiche inadempienze degli uffici, ma alla definizione del complesso iter amministrativo legato alla legittima attivazione dei Fondi PAR-FAS. Come già si è avuto modo di anticipare precedentemente, per l’anno 2010 tutti gli operai forestali sono stati
regolarmente pagati.
PRESIDENTE. Ha facoltà di parlare l’onorevole Gucciardi per dichiararsi soddisfatto o meno della risposta.

GUCCIARDI. Mi dichiaro soddisfatto.

3 commenti:

  1. Noi invece non siamo soddisfatti!!!
    Il Governo non si è impegnato a predisporre un ddl di riordino come da accordo del 14 maggio 2009 punto 4.

    RispondiElimina
  2. E poi BASTA questa palpitazione al cuore per quanto riguarda gli avviamenti!!. ci sono i soldi e non ci sono, si completano le giornate e non !!!!!!!!!!!! BASTA.
    Appuntamento periodico di ogni anno
    Fate sta' benedetta legge una volta per sempre, vogliamo lavorare 365 giorni, siamo i precari di tutti i precari, pensate a noi e alle nostre famiglie!!!

    RispondiElimina
  3. operaio dell'etna21 settembre 2011 19:24

    E bravo onorevole,lei è soddisfatto,a quanto pare non ha problemi:ma si è documentato se gli operai, in questo periodo stanno lavorando?A quanto pare no!!!!!!State portando la nostra categoria all'ESASPERAZIONE.Ma mi sorge un dubbio:non è che volete propio questo?????

    RispondiElimina

Ogni commento anonimo sarà cestinato, verranno pubblicati tutti tranne quelli offensivi e/o volgari, si ricorda che commentare significa anche assumersi la responsabilità di ciò che si dice. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi. Quelli con profilo Anonimo DEVONO essere firmati alla fine del commento altrimenti saranno cancellati. Il titolare del blog declina ogni responsabilità per i commenti rilasciati da terzi. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro rimozione.